Vuoi migliorare il ranking del tuo hotel su TripAdvisor? Leggi qui la nostra guida passo a passo >>

Tre Semplici Passaggi per Costruire un Marchio Alberghiero

Negli ultimi anni nell’industria dell’ospitalità sono proliferati brand e sub-brand di hotel. Gli standard dei marchi alberghieri sono un fattore importante nella percezione e nell’esperienza degli ospiti, per non parlare della considerazione che possono avere per potenziali acquirenti e investitori.

Nella nostra ultima guida, abbiamo esplorato tre strategie di marchio che sono uscite dal nostro recente rapporto sulla brand reputation. Indipendentemente dal fatto che supervisioni un piccolo marchio secondario o una superstar globale, questi semplici consigli ti aiuteranno a concentrarti sulla strategia da seguire per il tuo marchio alberghiero.

Large hotel on backdrop of blue sky and mountains, Grand America Hotels & Resorts

1. Essere diversi con l’identità del proprio marchio dell’hotel

Con così tanti brand tra cui scegliere, i viaggiatori hanno sempre più difficoltà a distinguerli. I viaggiatori acquistano esperienze, per questo gli hotel devono trovare la propria nicchia e punti di forza esclusivi a partire dai quali costruire una storia e la reputazione del brand.

Tuttavia, ciò è spesso in contrasto con la necessità delle grandi compagnie alberghiere di puntare a un ampio pubblico affinché possano crescere, espandersi e generare economie di scala.

Più rigorosi e precisi sono i valori di un marchio, più è difficile trovare proprietà che soddisfino i requisiti e questo ne impedisce la crescita. Pertanto, molte marche mantengono standard più tolleranti per includere un più ampio spettro di proprietà. Ciò spiega in parte perché il posizionamento del marchio è spesso vago e basato su cliché.

Conclusione: sii diverso, ma non così tanto da impedire l’espansione del tuo marchio.

Brand report upper upscale brands graph

2. Sii coerente

Oltre alla differenziazione, la coerenza è inoltre chiave. Se i viaggiatori ricevono un’esperienza poco soddisfacente in una struttura, perderanno fiducia e probabilmente resteranno meno fedeli al marchio. Allo stesso modo, se un hotel facente parte di un marchio, offre troppo rispetto ai suoi hotel gemelli, è probabile che abbia un impatto negativo sul resto degli hotel del gruppo per confronto.

Questo pone un dilemma per i marchi di hotel. I viaggiatori vogliono che coerenza e comfort soddisfino le aspettative, desiderano un’esperienza unica che rifletta la loro posizione nel mondo. E la vera sfida per i marchi è quella di offrire una guest experience coerente per tutto il portafoglio degli hotel, pur consentendo allo stesso tempo alle singole proprietà di avere un carattere distinto che ne caratterizzi la destinazione.

Conclusione: un “papavero” all’interno di un marchio può fare tanto danno quanto un hotel poco performante. La chiave è la coerenza attraverso l’esperienza dell’ospite.

Brand report upper upscale brands graph

3. Valuta la reputazione del tuo marchio alberghiero

Come disse il famoso uomo d’affari Peter Drucker: “Se non lo puoi misurare, non lo puoi nemmeno migliorare”.

Mentre gli hotel hanno fissato obiettivi di reputazione e monitoraggio delle prestazioni per molti anni, farlo a livello di brand è una tendenza più recente per le società alberghiere. Adesso, gli hotel hanno abbondanza di strumenti a loro disposizione per monitorare, sollecitare, analizzare e misurare la loro reputazione in base al feedback dell’ospite. Questo viene raccolto tramite recensioni online, ma anche attraverso sondaggi sulla soddisfazione del cliente e, più recentemente, attraverso i messaggi degli ospiti.

Utilizzando gli strumenti giusti, gli hotel possono misurare il feedback dell’ospite, rilevare le aree per miglioramenti operativi e di servizio e implementare cambiamenti significativi grazie ai giusti processi interni.

Conclusione: per assicurarti di inchiodare la reputazione del brand, misura quali aspetti sono più importanti per il brand dell’hotel e monitora i cambiamenti nel tempo.