Vuoi migliorare il ranking del tuo hotel su TripAdvisor? Leggi qui la nostra guida passo a passo >>

I robot stanno cambiando il modo in cui l’esperienza dell’ospite viene misurata nel settore alberghiero?

Nell’era in cui i viaggiatori bramano esperienze uniche, che cosa succede quando si inseriscono i robot nel mix? Le persone preferiscono un tocco personale o vogliono innovazione ed efficienza?

Immagina questo scenario. Ti stai rilassando nella tua camera e chiami la reception per chiedere un asciugamano pulito. Pochi minuti dopo, si sente bussare alla porta e fuori ad aspettare c’è un robot con un telo da bagno perfettamente piegato. Apprezzeresti questa innovazione o non ti piace la mancanza di interazione personale?

Questo non è un concetto futuro, esiste già. Diversi creatori di robot aiutanti autonomi stanno tentando di rivoluzionare l’esperienza degli ospiti, offrendo la tecnologia come mezzo per incrementarla. Alcune proprietà stanno già utilizzando questi robot: Marriott ha Mario per accogliere gli ospiti in Ghent, Hilton ha il portiere Connie in Virginia e InterContinental ha Dash, che consegna autonomamente oggetti agli ospiti da parte del personale in numerosi hotel.

Mario the Robot at Ghent Marriott Hotel

Mario il Robot al Ghent Marriott Hotel

I robot di servizio sono programmati per rispondere a semplici domande degli ospiti come ad esempio la richiesta di un asciugamano o uno spuntino. Un membro del personale dell’hotel può collocare questo oggetto nel robot e programmarlo in modo che lo consegni in una stanza specifica. Altri, come Connie all’Hilton, possono comunicare ciò che gli ospiti hanno bisogno di sapere su dove mangiare, bere, e qualsiasi altra informazione che potrebbero desiderare di conoscere riguardo l’hotel.

Ci sono pro e contro dell’avere robot per servire gli ospiti nel proprio hotel. Come vantaggio, è un’esperienza memorabile e non vi è alcuna possibilità di conflitto tra il personale e gli ospiti. Tra gli svantaggi, si tratta di un approccio impersonale e alcuni ospiti possono sentirsi a disagio dalla mancanza di contatto umano o di un sorriso amichevole.

Quello che stiamo vedendo in ReviewPro è che utilizzando la Guest Intelligence gli hotel, così come i creatori dei robot stessi, sono in grado di monitorare in che modo i robot vengono ricevuti dagli ospiti. La nostra Analisi Semantica Avanzata può essere utilizzata per creare notifiche di parole chiave per monitorare e controllare come gli ospiti rispondono ai robot. Ciò permette ai singoli hotel di identificare eventuali recensioni online degli ospiti che contengono commenti relativi ai robot per analizzarne l’impatto positivo o negativo.

Questa innovazione nell’esperienza degli ospiti mostra solo uno dei tanti sviluppi tecnologici in atto nel settore dell’ospitalità, sia in termini di tecnologia robotica che nel modo in cui la performance di soddisfazione del cliente viene misurata.

33---Actionable-insights-to-deliver-operational-&-service-excellence